Palazzo Lucarini – Galleria Cinica #10 The worst way in the worst place. Il modo peggiore sul terreno peggiore. Intervista all’artista (Come) Achille, di Maila Buglioni

«il senso [dell’opera] è il prodotto di un’interazione fra l’artista e l’osservatore, e non un fatto autoritario»
(Nicolas Bourriad, Estetica Relazionale, Postmedia Books, 2010, p.78).

Nel mondo contemporaneo, caratterizzato dalla comunicazione di massa e dalla progressiva omologazione della tipologia dei rapporti interpersonali ed economici, l’opera relazionale svolge la funzione di interstizio, uno spazio in cui si creano alternative di vita possibili. Esemplare è il progetto Be my Peggy/Piggy che, a seconda della scelta dell’ultima parola della locuzione, esplicita la differente posizione del fruitore nei confronti di quella data opera/installazione/luogo artistico/etc.. Se in Il critico come artista Oscar Wilde affermava che l’arte e la critica hanno un valore eversivo e sono in contrapposizione alla società, (Come) Achille dichiara che il pubblico, inteso come gruppo eterogeneo di individui che la compongono, può coscientemente prendere il ruolo di “critico” sostituendosi ad esso ed esprimendo giudizi in merito all’oggetto artistico che osserva. Continua a leggere

Annunci

Some pics from around the world! #bemypeggy

ImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagineImmagine

PEGGY or PIGGY. It’s up to you!

PEGGY GUGGENHEIM è stata una collezionista d’arte statunitense, e svolse un ruolo determinante nella storia dell’arte del Novecento. Era solita dire che era suo dovere proteggere l’arte del suo tempo e a questa vocazione e alla creazione del suo museo dedicò buona parte della vita, facendo conoscere al mondo numerosi artisti americani allora sconosciuti, del calibro di Jackson Pollock.

BEMYPEGGY vuol dire: scegliere di promuovere l’artista.

MISS PIGGY è un personaggio dei Muppet (gruppo di pupazzi e personaggi in costume, creati da Jim Henson negli anni ’50, protagonisti di celebri trasmissioni televisive nate negli Stati Uniti d’America e trasmesse in gran parte del mondo); una maialina convinta di essere destinata alla celebrità, che si presenta come essenza del fascino femminile, rischiando di diventare molto violenta ogni volta che viene irritata.

BEMYPIGGY vuol dire: bocciare l’opera. 

 

Immagine

 

It’s up to you!